Itis_Ance

COMUNICATO STAMPA

Questa casa non è un albergo. E se lo fosse?

Trieste, 22 maggio 2019 – ITIS, a Trieste da 200 anni Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, nel solco della propria progettualità innovativa, ha manifestato l’interesse a recuperare e gestire un edificio di proprietà attuando l’idea descritta nello Studio di Futuri, elaborato da Fabio Millevoi, Direttore di ANCE FVG, presentato, nei mesi scorsi, al Dipartimento di Sociologia dell’Università di Trento. Uno studio che, partendo dalla lettura delle dinamiche dell’invecchiamento della popolazione e delle fragilità dell’universo giovanile porta ad immaginare, osserva Millevoi, la casa come una “infrastruttura intelligente e sociale” e dove la casa (acrostico di Creatività, Attrattività, Sensibilità, Azienda) integrerà le politiche di welfare con quelle dell’edilizia, del lavoro, della scuola, della sanità e dell’ambiente favorendone la contaminazione. Sarà un’infrastruttura framework creata per dare risposte a un mercato che chiede aiuto; un ambiente fertile alle regole dell’economia della ciambella e che realizzerà i 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030.
Sarà un’infrastruttura sociale, continua Millevoi, dove gli “ospiti” condivideranno storie e si muoveranno come elementi del cambiamento e sarà anche una tecnologica di servizio che dovrà rispondere, come tutte le tecnologie, a due domande: funziona o non funziona? Quanto costa?
Più che un contenitore di funzioni sarà un link fra l’io e il mondo che darà gambe a una risposta abitativa sistemica e dove l’alleanza giovani anziani sarà affrontata, i futuri dell’economia del benessere sperimentati, la life long learning vissuta.
“Una casa, quindi, non più solo come un “edificio” ma come una “situazione” dove poter avviare – dichiara il direttore dell’ITIS Fabio Bonetta – forme innovative di abitare possibile. Un edificio che viene recuperato anche e sopratutto con lo scopo di valorizzare il nostro patrimonio immobiliare garantendone la redditività a fini istituzionali”.
Una sfida, raccolta da ITIS, che sarà illustrata nel corso di un incontro, promosso congiuntamente con ANCE Pordenone Trieste e che vedrà la partecipazione del portavoce di ASVIS Enrico Giovannini, di Stefano Fantoni Presidente della Fondazione Internazionale Trieste per il Progresso e la Libertà delle Scienze, del Presidente dell’Associazione Italiana Intelligenza Artificiale Piero Poccianti, del Presidente dell’Associazione Futuristi Italiani Roberto Poli, prima cattedra UNESCO in Sistemi Anticipanti presso l’Università di Trento nonché del Presidente di ANCE Pordenone Trieste Donato Riccesi.
L’incontro, che si terrà il 30 maggio a Trieste, presso l’auditorium dell’ITIS con iniziò alle ore 15.00, è stato inserito nel calendario degli eventi del Festival nazionale della Sostenibilità 2019 promosso dall’Associazione per lo Sviluppo Sostenibile.

scarica il comunicato PDF-Logo-300x300 comunicato 14 – Ance_ITIS

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: