eventi

WORKSHOP “BUONTRATTAMENTO”

Auditorium – Mercoledì 6 novembre 2019 ore 9.00

buontrattamento

Scarica il programma e la scheda di iscrizione

Programma e scheda di iscrizione

 

Nei Suoni dei Luoghi – CONCERTO ALL’ITIS – Auditorium Venerdì 4 ottobre

 

trieste_itis

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ERICA MASTROCIANI

libro mastrociani

 

4 OTTOBRE 2019 ORE 18.00 – MOSTRA di Serse Roma

CARTOLINE DI MARE

”Cartoline di mare” come omaggio alla Barcolana 51. E’ il titolo della mostra dell’artista di fama internazionale Serse Roma che verrà inaugurata alla presenza delle autorità venerdì 4 ottobre 2019 alle ore 16.00 nel Salone monumentale dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ITIS. Alle ore 18.00 la mostra sarà aperta all’ingresso del pubblico e presentata dal prof. Riccardo Caldura.
Dare visibilità alla condizione fluida per eccellenza, in costante mutamento, è stata da sempre una sfida per le arti. Non è un caso che l’immagine del mare, e più in generale dell’acqua, abbia una grande rilevanza per l’opera di un artista qual’è Serse, di origini venete, ma triestino di adozione. Osservando i suoi lavori non sono più le parole a parlarci di quell’elemento minimo e vastissimo, ma le immagini nel loro silenzio, un silenzio che permette ad ognuno di noi di rivivere stati d’animo non meno fluidi e difficili da descrivere dei sorprendenti disegni che stiamo osservando.
Restituire l’immagine della cangianza e del mutamento è il compito che si è dato Serse, cioè portare al limite dell’ancora descrivibile e riconoscibile quello che per sua natura muta incessantemente. Il piccolo formato delle cartoline tiene insieme vastità e limite, mutamento e descrizione di una realtà, percepibile dai nostri sensi, ma inseparabile dalla nostra relazione ancestrale con l’infinito.
Prosegue quindi la collaborazione ormai consolidata tra ITIS e Arca Arte Contemporanea per una Comunità attiva che riesce nell’intento di far appendere ai muri dell’ITIS opere di straordinaria bellezza a beneficio di tutta la comunità.

comunicato 18 – Serse Roma

 

TRIESTE, 26 SETTEMBRE 2019 ORE 09.30

programma dell’evento

WORKSHOP “Basta un poco di zucchero e la pillola va giù…”

bozza finale

 

Persone in movimento loc

ITIS e l’Associazione Anziani Terzo Millennio organizzano nel giardino residenziale di via Pascoli 31 dell’Azienda Pubblica per i Servizi alla Persona triestina il convegno “Persone in movimento, Woodstock 2019”.

L’evento, moderato dal prof. Paolo Cendon, è aperto a tutta la cittadinanza ed è a ingresso libero. “Grazie a questo incontro – spiega Fabio Bonetta, Direttore generale dell’Ente – si vuole dare la possibilità a diversi relatori di esprimersi in merito ai temi relativi ai diritti delle persone con particolare attenzione a quelle gravate da fragilità”.

Il convegno inizia alle ore 14.00 e si conclude alle ore 19.00. Per gli organizzatori dell’iniziativa è prioritaria l’attività di sensibilizzazione dei cittadini in merito all’esigibilità dei loro diritti per l’affermazione di un progetto di vita sia dal punto di vista sociale ma anche giurisdizionale.

Locandina Convegno _Persone in movimento

 

INCONTRI CON L’AUTORE

pahor1

Aldo Pahor, in rappresentanza del presidente del Club della Repubblica Sergio Pacor, ha partecipato alla conferenza stampa organizzata dalla Diocesi di Trieste per la presentazione dell’iniziativa settembrina INCONTRI CON L’AUTORE in collaborazione con la Cattedra di San Giusto, il Comune di Trieste e il Club della Repubblica. Si tratta di incontri con autori letterari finalizzati a favorire il dialogo culturale tra la visione cattolica e quella laica sulle tematiche offerte nelle loro opere. Gli incontri si terranno il 4 settembre (Giulio Meotti Notre Dame brucia ed. Giubilei Regnani), l’11 settembre (Stefano Lorenzetti Chi (non) l’ha detto. Dizionario delle citazioni sbagliate ed. Marsilio) e, infine, il 18 settembre (Giuliano Guzzo Propagande. Segreti e peccati dei mass media ed. LaVela) sempre nell’Auditorium “Marco Sofianopulo” del Museo Revoltella, in via Diaz 27, a partire dalle ore 17.30, e saranno accompagnati da un intervento musicale curato ed eseguito dal prof. Stefano Casaccia (flauto), dal prof. Ennio Guerrato (chitarra) e dalla prof.ssa Aurora Roiaz (arpa).

locandina 2019_1

locandina 2019_2

locandina 2019_3

CICLO DI CONFERENZE

Conferenze psico

AL VIA I NUOVI CORSI DELL’ITIS

CORSI

8 LUGLIO 2019 – ORE 9.30 INCONTRI DI RILASSAMENTO

RILASSAMENTO

26 GIUGNO 2019 – ORE 9.00 WORKSHOP METODO VALIDATION

A5 WORKSHOP VALIDATION_jpg

PDF-Logo-300x300   SCARICA IL PDF – A5 WORKSHOP VALIDATION_2019.06.26-1

 

MOSTRA – SALONE MONUMENTALE

CURTI1

CURTI2

—————————————————————————————————————————————–

mercato itis-1

—————————————————————————————————————————————-

ITIS_ANCE INVITO

Questa casa non è un albergo. E se lo fosse?

ITIS, a Trieste da 200 anni Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, nel solco della propria progettualità innovativa, ha manifestato l’interesse a recuperare e gestire un edificio di proprietà attuando l’idea descritta nello Studio di Futuri, elaborato da Fabio Millevoi, Direttore di ANCE FVG, presentato, nei mesi scorsi, al Dipartimento di Sociologia dell’Università di Trento. Uno studio che, partendo dalla lettura delle dinamiche dell’invecchiamento della popolazione e delle fragilità dell’universo giovanile porta ad immaginare, osserva Millevoi, la casa come una “infrastruttura intelligente e sociale” e dove la casa (acrostico di Creatività, Attrattività, Sensibilità, Azienda) integrerà le politiche di welfare con quelle dell’edilizia, del lavoro, della scuola, della sanità e dell’ambiente favorendone la contaminazione. Sarà un’infrastruttura framework creata per dare risposte a un mercato che chiede aiuto; un ambiente fertile alle regole dell’economia della ciambella e che realizzerà i 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030.
Sarà un’infrastruttura sociale, continua Millevoi, dove gli “ospiti” condivideranno storie e si muoveranno come elementi del cambiamento e sarà anche una tecnologica di servizio che dovrà rispondere, come tutte le tecnologie, a due domande: funziona o non funziona? Quanto costa? Più che un contenitore di funzioni sarà un link fra l’io e il mondo che darà gambe a una risposta abitativa sistemica e dove l’alleanza giovani anziani sarà affrontata, i futuri dell’economia del benessere sperimentati, la life long learning vissuta. “Una casa, quindi, non più solo come un “edificio” ma come una “situazione” dove poter avviare – dichiara il direttore dell’ITIS Fabio Bonetta – forme innovative di abitare possibile. Un edificio che viene recuperato anche e sopratutto con lo scopo di valorizzare il nostro patrimonio immobiliare garantendone la redditività a fini istituzionali”. Una sfida, raccolta da ITIS, che sarà illustrata nel corso di un incontro, promosso congiuntamente con ANCE Pordenone Trieste e che vedrà la partecipazione del portavoce di ASVIS Enrico Giovannini, di Stefano Fantoni Presidente della Fondazione Internazionale Trieste per il Progresso e la Libertà delle Scienze, del Presidente dell’Associazione Italiana Intelligenza Artificiale Piero Poccianti, del Presidente dell’Associazione Futuristi Italiani Roberto Poli, prima cattedra UNESCO in Sistemi Anticipanti presso l’Università di Trento nonché del Presidente di ANCE Pordenone Trieste Donato Riccesi. L’incontro, che si terrà il 30 maggio a Trieste, presso l’auditorium dell’ITIS con iniziò alle ore 15.00, è stato inserito nel calendario degli eventi del Festival nazionale della Sostenibilità 2019 promosso dall’Associazione per lo Sviluppo Sostenibile.

COMUNICATO STAMPA POST EVENTO

Trieste, 30 maggio 2019 – “La casa deve tornare il luogo dove i giovani e i meno giovani si possono integrare e interconnettersi” – ad affermarlo in collegamento video è Enrico Giovannini, portavoce Associazione italiana per lo sviluppo sostenibile – in apertura dei lavori del convegno che si è svolto questo pomeriggio a Trieste nell’Auditorium dell’ITIS dal titolo “Questa casa non è un albergo. E se lo fosse?”. L’incontro, organizzato dall’A.S.P. ITIS in collaborazione con Fabio Millevoi, direttore Ance Fvg e patrocinato da Ance Pordenone Trieste, dall’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale, dall’Associazione italiana per lo sviluppo sostenibile, dall’Associazione Futuristi italiani e da Industry Platform 4 Fvg, ha stimolato i partecipanti ha riflettere sullo sviluppo sostenibile nell’ambito delle tematiche relative all’abitare possibile e nel rispetto dei 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030.

“ITIS ha sempre cercato – ha chiarito Aldo Pahor, presidente ITIS – e continua a cercare, nel solco della propria progettualità innovativa, di raggiungere il punto di equilibrio tra la dimensione sociale e quella economica realizzando ed inseguendo sinergie tra tutti i soggetti che perseguono in vario modo il benessere globale. Esempi concreti di sforzi e impegni di ITIS sono rappresentati da Casa Rusconi grazie al sostegno della Fondazione CRTrieste, immobile composto da appartamenti domotici e tradizionali che sarà oggetto di prossima parziale ristrutturazione, dal Condominio solidale di via Manzoni, dagli appartamenti all’interno della struttura di via Pascoli per persone autosufficienti con il sostegno della Fondazione Casali, dall’imminente partnership con i promotori di Casa Blu Fondazione Ananian, Casa Fvg e Televita per anziani autosufficienti, dal condominio di via Ginnastica per l’abitare possibile e, infine, dal condominio intergenerazionale di via Forze Armate 6 a Milano in collaborazione con la Fondazione Ceschina”. Ecco spiegato il motivo per cui stiamo studiano un progetto di fattibilità – ha precisato Pahor – per recuperare e gestire un edificio di proprietà attuando l’idea descritta nello Studio di Futuri, elaborato da Fabio Millevoi. Tale progetto sarà la chiave e il punto di partenza per iniziare la ricerca di adeguati finanziamenti e partnership”.

“Una casa non più solo come un “edificio” ma come una “situazione” dove poter avviare forme innovative di abitare possibile – ha puntualizzato Fabio Bonetta, direttore generale ITIS. “Un edificio che viene recuperato anche e sopratutto con lo scopo di valorizzare il nostro patrimonio immobiliare garantendone la redditività a fini istituzionali”.

“Il modello economico tradizionale, diffuso su tutto il pianeta e basato su teorie nate 2 secoli fa – ha spiegato Piero Poccianti, presidente dell’Associazione Italiana per l’Intelligenza Artificiale (AixIA) – considera il capitale e la forza lavoro delle risorse scarse, ma l’ambiente come un bene infinito. In verità, oggi, siamo consapevoli di una realtà diversa: il capitale è abbondante, ma non distribuito equamente, la forza lavoro non manca visto il forte fenomeno di disoccupazione, mentre le risorse ambientali, sfruttate senza limiti, stanno terminando, minacciando seriamente la sopravvivenza della Terra. Se vogliamo salvare il nostro pianeta dobbiamo quindi iniziare ad immaginarlo come una grande astronave da preservare insieme al suo ecosistema. E per farlo potremmo trovare un valido alleato nell’Intelligenza Artificiale. Il condizionale però è d’obbligo perché se utilizzata in modo sbagliato potrebbe accentuare gli impatti negativi già reali come le diseguaglianze sociali ed economiche o i numerosi problemi ambientali, mentre se impiegata correttamente potrebbe diventare lo strumento perfetto per cambiare l’attuale modello ed ottenere un benessere collettivo capace di tutelare il pianeta e la vita che lo caratterizza.”

Roberto Poli, presidente Associazione Futuristi Italiani ha sottolineato che c’è “la necessità di adottare una logica sperimentale in quanto le informazione che provengono dal passato non sono più sufficienti per dirci cosa dobbiamo fare per il futuro. Dovremmo quindi immaginare il futuro per poi tornare nel presente e mettere in pratica quanto immaginato”

Fabio Millevoi, direttore Ance Fvg ha sostenuto che la lettura delle dinamiche dell’invecchiamento della popolazione e delle fragilità dell’universo giovanile porta ad immaginare la casa come una “infrastruttura intelligente e sociale” e dove la casa (acrostico di Creatività, Attrattività, Sensibilità, Azienda) integrerà le politiche di welfare con quelle dell’edilizia, del lavoro, della scuola, della sanità e dell’ambiente favorendone la contaminazione. Sarà un’infrastruttura sociale – ha chiosato di Millevoi – dove gli “ospiti” condivideranno storie e si muoveranno come elementi del cambiamento. Sarà un link fra l’io e il mondo che darà gambe a una risposta abitativa sistemica e dove l’alleanza giovani anziani sarà affrontata, i futuri dell’economia del benessere sperimentati, la life long learning vissuta.

Donato Riccesi, presidente ANCE Pordenone Trieste ha rilevato che “l’imprenditoria edile è sempre stata abituata a costruire ciò che il mercato chiedeva. Ora si ci dovrebbe interro

Il Piccolo 29 maggio 2019

ilpiccolo29_5

Il Sole 24 Ore 27 maggio 2019

sole2

vita nuova itis_ance

 

Basket ITIS

Scarica il pdf  PDF-Logo-300x300 Basket day

 

Convegno all’ITIS sul Testamento biologico

locandina 12.4.2019

PDF-Logo-300x300 scarica il programma  programma del convegno

 

EMULSIONI di Loris Cecchini

INAUGURAZIONE MOSTRA 12 APRILE 2019

cecchini mostra

PDF-Logo-300x300

ARCA 150X210-LORIS 2019-def

Cecchini Trieste CS

 

HAIR STYLE, consigli pratici

hair style

PDF-Logo-300x300 CONSIGLI PRATICI

 

 

PRANZO PASQUALE

pasqua1

pasqua2

 

LA SFILATA DI CARNEVALE NELL’AUDITORIUM

20190305_164810

20190305_164848

20190305_164903

20190305_165001

20190305_172720

 

SI RIPARTE!!!!

carnevale itis

17 febbraio 2019

LA STAGIONE DEL RACCOLTO

La maturità della vita nel cinema

Si apre domenica 17 febbraio alle 16,30, al cinema teatro Miela a Trieste, la rassegna cinematografica organizzata dall’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ITIS, dall’ARIS e dalla cooperativa Bonawentura. Anche quest’anno vengono proposti sei film per stimolare riflessioni col pubblico. Durante le sei domeniche consecutive di febbraio e marzo, gli spettatori, osservando gli spunti assieme al conduttore Francesco Mosetti d’Henry accompagnato di volta in volta da un ospite speciale, potranno cogliere dei suggerimenti per imparare ad invecchiare bene. L’ingresso è sempre gratuito ed è consigliato a tutti, sia cittadini di tutte le età che operatori del settore

 

Stagione Raccolto 1

Stagione Raccolto 2

 

29 gennaio 2019

4 TIRI IN PORTA

foto porta

4 TIRI IN PORTA
Una rappresentanza “speciale” dell’ITIS sfida la Triestina

Salone degli Incanti, martedì 29 gennaio 2019
ore 10.00

Trieste, 26 gennaio 2019 – Saranno 20 bambini della scuola d’infanzia comunale Il Sole e 20 anziani del Centro Diurno e di Casa Rusconi dell’ITIS a sfidare gli Alabardati in una gara ai calci di rigore. Nell’ambito degli eventi celebrativi del centenario della U.S.Triestina, si svolgerà martedì 29 gennaio 2019 a partire dalle ore 10.00 l’inedita sfida tra i giocatori rossoalabardati e la straordinaria formazione guidata dal capitano Aldo Pahor.

“La collaborazione con la Triestina è iniziata nel maggio dello scorso anno – spiega il presidente dell’ITIS Aldo Pahor – con una bellissima giornata trascorsa nel grande giardino all’interno del comprensorio dell’ITIS. In quell’occasione – prosegue il presidente – i giocatori della Triestina hanno portato indietro nel tempo le lancette dell’orologio e hanno giocato con i ragazzi delle scuole elementari ai “vecchi e sani” giochi di una volta, quelli di strada, per intenderci, come palla avvelenata, il gioco dell’oca, nascondino o il dado è tratto”.

Il gioco di squadra dell’ITIS con le scuole triestine risale al 2010 e continua ancora oggi sempre più intenso nella convinzione che lo scambio emozionale tra i bambini e gli anziani produca benessere sociale.

Leggi di più

comunicato 9 – calci di rigore

 

21 dicembre 2018

TOMBOLA

tombola

Si è svolta nell’Auditorium dell’ITIS la tombola organizzata dai consiglieri comunali di Trieste (vedi filmato nella sezione Video) ….

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: