La prima vaccinata IN ITIS

Si chiama Gisella ed è la prima operatrice dell’ITIS che si è sottoposta, nel giorno del vaccination day europeo, alla vaccinazione per prevenire la malattia da coronavirus. Ad accompagnarla a Palmanova nella sede regionale della Protezione civile in una domenica soleggiata di fine dicembre è stato il presidente dell’ITIS Aldo Pahor.

“La prima operatrice dell’ITIS di Trieste si è vaccinata – ha affermato il presidente Pahor – un grande risultato che giunge dopo la bellissima notizia di ieri che ITIS è Covid-free”.

La signora Gisella nel momento della vaccinazione

Il vaccino contiene una molecola denominata RNA messaggero con le istruzioni per produrre una proteina presente sul virus. Non contiene quindi il virus e non può provocare la malattia. Viene somministrato in due iniezioni a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra.

I virus SARS-CoV-2 infettano le persone utilizzando una proteina di superficie, denominata Spike, che agisce come una chiave permettendo l’accesso dei virus nelle cellule, in cui poi si possono riprodurre. Tutti i vaccini attualmente in studio sono stati messi a punto per indurre una risposta che blocca la proteina Spike e quindi impedisce l’infezione delle cellule.

Il vaccino, quindi, introduce nelle cellule di chi si vaccina solo l’informazione genetica che serve alla cellula per costruire copie della proteina Spike. L’mRNA del vaccino non resta nell’organismo ma si degrada poco dopo la vaccinazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...